Edizioni Discovery

 

Nikola Tesla: La Mia Vita, Le Mie Ricerche (Biografia) | Edizioni Discovery
Edizioni Discovery, non include solo autori, editori e designer, ma anche responsabili di progetti, fotografi, registi, narratori, poeti e artisti.
Edizioni Discovery, pubblicazione, media, libri, tascabili, ebooks, kindle, ibooks, applicazioni mobili, google play, windows store, biografia, viaggi, spiritualità, storia, romanzo, trasformazione personale, crescita spirituale, risveglio, autore, insegnante spirituale, pensatore , guaritore, visionario, artista
18703
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-18703,qode-news-1.0,qode-quick-links-1.0,,side_area_uncovered_from_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.9,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.7,vc_responsive
 

Nikola Tesla
La Mia Vita, Le Mie Ricerche

La storia è scritta dai vincitori, ma non è bello essere depennati. Per anni i libri hanno identificato l’elettricità e la luce con una persona, Thomas Edison, mentre il genio delle tecnologie che ha realmente acceso il mondo moderno è stato probabilmente trascurato.

Nikola Tesla: La Mia Vita, Le Mie Ricerche

NIKOLA TESLA

Tradotto da Davide Latocca, Alice Rigotti, Sarah Lasaracina

ANTEPRIMA DEL LIBRO

La storia è scritta dai vincitori, ma non è bello essere depennati. Per anni i libri hanno identificato l’elettricità e la luce con una persona, Thomas Edison, mentre il genio delle tecnologie che ha realmente acceso il mondo moderno è stato probabilmente trascurato.

  • Prima del ventesimo secolo l’elettricità rimaneva una pura curiosità scientifica. Nikola Tesla, si può sostenere che, diede una svolta. Comunque, la ricerca pioneristica di Tesla nel campo dell’elettricità rappresenta solo una porzione delle innovazioni tecniche e scientifiche che l’hanno fatto diventare una divinità.
  • Tesla non solo ha sviluppato e rivoluzionato il lavoro dei suoi predecessori, ma ha fatto un vero e proprio balzo in avanti rispetto ai suoi contemporanei. Nikola Tesla: La Mia Vita, Le Mie Ricerche è composto da quattro sezioni: un background storico che descrive il tempo in cui ha vissuto; la sua autobiografia; i programmi principali di ricerca espressi in parole semplici; un collezione fotografica inedita di ottanta pagine sulle varie fasi della vita di Tesla: dal suo certificato di nascita alla prima fotografia mai scattata con la luce fosforescente, fino all’ultima sua foto prima di morire, nel 1943.
Nikola Tesla: La Mia Vita, Le Mie Ricerche
Nikola Tesla: La Mia Vita, Le Mie Ricerche

GUARDA DENTRO

Tabla de Contenido

  • Introduzione
  • LE MIE INVENZIONI (AUTOBIOGRAFIA)
    • Capitolo I : La mia infanzia
    • Capitolo II : Le mie prime scoperte
    • Capitolo III : I miei successivi tentativi
    • Capitolo IV : La scoperta della bobina e il trasformatore di Tesla
    • Capitolo V : Trasmettitore di ingrandimento
    • Capitolo VI : La scienza dei “Teleautomi” (o ciò che oggi chiamiamo la robotica)
  • EDISON & TESLA
    • La Scienza Vedica
    • La fine di un genio
    • l’automobile a energia libera di Nikola Tesla
    • Le automobili elettriche cadono nel dimenticatoio
    • Arrivò allora Nikola Tesla
    • L’affare della “Arrow-Ether”
    • Il mistero nell’enigma
  • IL PROBLEMA DELL’INTENSIFICAZIONE DELL’ENERGIA UMANA
    • Il motore dell’umanità — L’energia del movimento — I tre modi per intensificare l’energia umana
    • Prima domanda : come aumentare la massa umana ? — La combustione dell’azoto nell’atmosfera
    • Seconda domanda : come ridurre la forza che frena la massa dell’umanità ? — La scienza del “teleautoma”
    • Terza domanda : come aumentare la forza di accelerazione della massa umana ? — Lo sfruttamento dell’energia
      solare
    • La fonte dell’energia umana — I tre metodi di sfruttamento dell’energia solare
    • Le grandi possibilità offerte dal ferro per aumentare la produttività dell’umanità — il terribile spreco nella
      fabbricazione del ferro
    • Un nuovo processo per una produzione a buon mercato del ferro
    • L’era imminente dell’alluminio — Il declino dell’industria del rame — Il grande potenziale economico di questo
      nuovo metallo
    • Cosa fare per ottenere più energia grazie al carbone — La trasmissione dell’elettricità — Il motore a gas — La pila a
      secco carbone (cioè una pila a combustibile a ossidazione lenta)
    • L’energia dell’ambiente — Il mulino a vento e il motore solare — L’energia motrice estratta dal calore terrestre — L’energia proveniente dalle fonti naturali
    • Primi sforzi per costruire un motore automatico — L’oscillatore meccanico — I lavori di Dewar e Linde — L’aria liquida
    • La scoperta delle proprietà dell’atmosfera inattese — Esperimenti strani — Trasmissione dell’elettricità attraverso un filo, senza ritorno — Trasmissione senza filo attraverso la Terra
    • Il telegrafo “senza filo” — Il segreto della regolazione– Errori negli studi hertziani — Un ricevitore di una sensibilità meravigliosa
    • Sviluppo di un nuovo principio — L’oscillatore elettrico — Produzione di “movimenti” elettrici immensi — La terra
      risponde all’uomo — La comunicazione interplanetaria diventa una probabilità
    • La trasmissione dell’elettricità senza filo a qualsiasi distanza entra nel campo della fattibilità — I modi migliori per
      aumentare la forza di accelerazione della massa umana

Introduzione

Nel 1919 Nikola Tesla scrisse questi articoli, che costituiscono il capitolo successivo del suo libro “Le mie invenzioni”, per una rivista. Allora sessantatreenne, egli aveva già conosciuto il picco della sua carriera. Tuttavia, egli godeva ancora di notorietà avente radici profonde :

a 31 anni, quattro anni dopo esser emigrato nel 1884 dall’Europa agli Stati Uniti, l’ingegnere presentò in pompa magna il suo sistema di corrente alternata polifase mondo intero , ovvero il sistema elettrico tutt’ora universalmente utilizzato1. Così il sistema a corrente continua di Edison, da lui stesso inaugurato nel recente 1880, fu spodestato a cavallo del secolo — dal sistema di Tesla. Gli ultimi anni del XIX secolo furono per Tesla il periodo più intenso. La clamorosa inaugurazione dell’enorme centrale idroelettrica polifase sulle cascate del Niagara, nel 1895, fu di per sé una garanzia di fama, ma a quel tempo Tesla iniziava già la sua ricerca nell’affascinante campo delle vibrazioni elettriche e meccaniche dell’alta frequenza”. Egli sorprese i suoi colleghi con degli oscillatori meccanici che vibravano diverse migliaia di volte al secondo, capaci anche di disintegrare l’acciaio ; i suoi oscillatori elettrici infatti, liberati dall’inerzia meccanica, producevano correnti vibranti ancora più veloci (o alternate) che sembravano mosse da proprietà magiche. Durante gli anni 1890, le correnti elettriche ad alta frequenza furono ampiamente riconosciute come le “correnti Tesla”.

Quando Tesla presentò il sistema elettrico polifase nel 1888, rivoluzionò il modo d’uso universale d’utilizzo dell’elettricità. Tuttavia, la sorprendente scoperta delle onde radio annunciata da Heinrich Hertz durante lo stesso anno, fu molto più eclatante della famosa battaglia tra Tesla e Edison riguardo i loro sistemi a corrente alternata e continua. La comunicazione senza fili, con Hertz, entrava nel regno del possibile ; ciononostante, prima che la radio diventasse una realtà, furono realizzate altre scoperte altrettanto sensazionali : gli elettroni, i raggi X e la radioattività entrarono rapidamente nel vocabolario. L’era moderna dei cambiamenti sbalorditivi era effettivamente iniziata ; era il risultato del rapido progredire della popolazione mondiale e della sua crescente padronanza circa l’uso dell’elettricità come fonte d’illuminazione artificiale. La sua conoscenza delle correnti ad alta frequenza conferì a Tesla un ruolo indiscusso nella ricerca circa i raggi X, la diatermia, le scariche luminose, la robotica e la radio. Le sue lezioni su questi ed altri temi ebbero un successo sensazionale. I suoi lavori raggiunsero il loro apogeo nel 1899, quando l’ingegnere presentò una sofisticata barca telecomandata a Chicago, costruendo nello stesso anno, un enorme trasmettitore sperimentale senza fili in Colorado.

Purtroppo, le teorie non ortodosse di Tesla circa la trasmissione senza fili (ch’egli considerava più come un fenomeno di conduzione di corrente attraverso l’aria o la terra invece di una propagazione di onde libere nello spazio) e la sua determinazione nel voler trasmettere elettricità senza fili al posto di messaggi, impedirono che i suoi lavori pionieristici nel campo del wireless fossero ufficialmente riconosciuti negli Stati Uniti per molti anni. Fu solo nel 1943 (pochi mesi dopo la morte di Tesla), che la Corte Suprema invalidò il brevetto statunitense di Marconi sulla radio, proprio a causa dell’antecedenza del lavoro svolto da Tesla, Oliver Lodge e John Stone2. L’annullamento tardivo di una sentenza vecchia un quarto di secolo che ha favorito il brevetto di Marconi, è esemplare ; secondo un’espressione americana, questo fu un modo di chiudere la porta della stalla, non solo dopo che i cavalli fossero scappati da tempo, ma anche dopo che fossero morti di vecchiaia ; in altre parole, si metteva una pietra sopra su un caso superato e obsoleto : tutti i brevetti pertinenti erano scaduti e i loro titolari morti e il querelante stesso, la Marconi Wireless Telegraph Company of America, la Società americana di telegrafia senza fili di Marconi, era stata sostituita molto tempo prima dalla Radio Corporation of America, la Compagnia americana della Radio, di proprietà dello Stato (la difesa in questo processo era il governo degli Stati Uniti che si era appropriato di tutta la tecnologia radio durante la prima guerra mondiale, senza pagarne i diritti alla società Marconi). Nei limiti in cui fu espressa la sentenza, in piena seconda guerra mondiale, questa decisione non ebbe grande rilevanza, e anche la Corte Suprema non riuscì a distruggere la trentennale reputazione di Marconi.


CIRCA L’AUTORE

PUBBLICAZIONI CORRELATE